150 borse di studio per il Regno Unito per i diplomati della Campania

Al via tante occasioni per poter ottenere una borsa di studio da usare per il Regno Unito: ecco tutte le info per partecipare!

La crisi mondiale ha colpito la maggior parte dei settori economici, ma ci sono alcuni settori, come quello dell'enologia, che non hanno risentito della crisi finanziaria e hanno continuato a produrre notevoli profitti. Secondo dei dati statistici provenienti direttamente dalla Coldiretti, gli occupati nel settore enologico sono cresciuti piu' del 50% negli ultimi dieci anni. La professione dell'enologo e' molto interessante, e sempre piu' giovani decidono di intraprendere un corso di studi per imparare tutte le nozioni teoriche e pratiche necessarie. Ma qual'e' il percorso di studi piu' indicato per diventare un enologo? Fortunatamente l'Italia, una delle capitali mondiali del vino, non ha problemi nell'educazione di questo settore, e per cominciare e' sufficiente iscriversi ad una facolta' universitaria di Agraria, con indirizzo "Viticoltura ed Enologia". La laurea breve da 3 anni comunque non basta per diventare un buon enologo, bisogna anche frequentare dei corsi di specializzazione, master e di aggiornamento. Oggigiorno c'e' molta concorrenza sul mercato, e per crearsi una buona posizione e' necessario studiare molto e avere anche quanti piu' contatti possibili con le Aziende Agricole. Un enologo solitamente e' un libero professionista dotato di partita IVA che offre la propria consulenza alle Aziende Agricole. L'enologo ha il compito di controllare il totale rispetto delle norme igieniche dello stabilimento, il corretto funzionamento delle macchine, la struttura dell'edificio (umidita' nell'aria, presenza di ossigeno, eccetera...), oltre a gestire personalmente le fasi del processo di trasformazione, produzione e invecchiamento del vino. La professione di enologo e' ufficialmente riconosciuta in Italia, Francia, Spagna e Svizzera, e a breve lo sara' anche in Germania, Cina, Brasile e Cile.

londra

Nell’ambito del programma Erasmus Plus ha preso il via il progetto G.L.O.C.A.L. – Grant for Learning Opportunities in european Countries Aimed at promoting Local development, per l’attivazione di tirocini all’estero per i giovani.

In particolare, l’iniziativa si rivolge a tutti i giovani campani che desiderano poter sviluppare una propria crescita professionale nel Regno Unito: al momento, del totale di 150 borse di studio, sono state attivate le procedure di assegnazione di 25 contributi economici per l’attivazione di altrettanti tirocini nel Regno Unito.

I requisiti richiesti ai candidati:

  • Età non inferiore a 18 anni
  • Cittadinanza italiana
  • Residenza nella Regione Campania
  • Godimento dei diritti civili e politici
  • Essere inoccupati o disoccupati
  • Buona conoscenza della lingua inglese
  • Diploma tecnico o professionale, conseguito nell’anno scolastico 2014 2015, attinente a un settore tra quello turistico, agrario e agroturistico-alimentare, tecnico industriale (settore automotive, meccanico, aerospazio), organizzazione del lavoro, amministrazione, finanza e marketing, gestione risorse umane, progettazione software, ICT, automazioni industriali e robotica.

I tirocini hanno una durata di 90 giorni (giugno – settembre 2016) e verranno proceduti da una fase di preparazione linguistica e culturale e pedagogica.

Per potersi candidare c’è tempo fino al 31 marzo 2016. Questo il link per ottenere più informazioni.