Concorso laureati in giurisprudenza o economia in Puglia

In Puglia un interessante concorso laureati in economia o in giurisprudenza.

La crisi mondiale ha colpito la maggior parte dei settori economici, ma ci sono alcuni settori, come quello dell'enologia, che non hanno risentito della crisi finanziaria e hanno continuato a produrre notevoli profitti. Secondo dei dati statistici provenienti direttamente dalla Coldiretti, gli occupati nel settore enologico sono cresciuti piu' del 50% negli ultimi dieci anni. La professione dell'enologo e' molto interessante, e sempre piu' giovani decidono di intraprendere un corso di studi per imparare tutte le nozioni teoriche e pratiche necessarie. Ma qual'e' il percorso di studi piu' indicato per diventare un enologo? Fortunatamente l'Italia, una delle capitali mondiali del vino, non ha problemi nell'educazione di questo settore, e per cominciare e' sufficiente iscriversi ad una facolta' universitaria di Agraria, con indirizzo "Viticoltura ed Enologia". La laurea breve da 3 anni comunque non basta per diventare un buon enologo, bisogna anche frequentare dei corsi di specializzazione, master e di aggiornamento. Oggigiorno c'e' molta concorrenza sul mercato, e per crearsi una buona posizione e' necessario studiare molto e avere anche quanti piu' contatti possibili con le Aziende Agricole. Un enologo solitamente e' un libero professionista dotato di partita IVA che offre la propria consulenza alle Aziende Agricole. L'enologo ha il compito di controllare il totale rispetto delle norme igieniche dello stabilimento, il corretto funzionamento delle macchine, la struttura dell'edificio (umidita' nell'aria, presenza di ossigeno, eccetera...), oltre a gestire personalmente le fasi del processo di trasformazione, produzione e invecchiamento del vino. La professione di enologo e' ufficialmente riconosciuta in Italia, Francia, Spagna e Svizzera, e a breve lo sara' anche in Germania, Cina, Brasile e Cile.

centro studi

In Puglia, in provincia di Foggia, il Comune di Torremaggiore ha indetto una selezione pubblica per un istruttore direttivo amministrativo che potrà essere assunto a tempo indeterminato nel settore ragioneria e finanze.

Per partecipare al concorso è necessario possedere i seguenti requisiti:

  • Titolo di studio pari a diploma di laurea in scienze giuridiche, scienze dei servizi giuridici, scienze economiche o scienze dell’amministrazione.
  • Cittadinanza italiana. Il requisito non è richiesto per i soggetti appartenenti all’Unione Europea;
  • Età non inferiore agli anni 18;
  • Idoneità fisica all’impiego in relazione al profilo professionale concernente il posto messo a concorso.

Le domande di ammissione alla selezione, redatte in carta semplice secondo lo schema allegato al bando qui disponibile, devono essere indirizzate al Commissario Straordinario del Comune di Torremaggiore – Ufficio Personale – Piazza della Repubblica – CAP 71017 TORREMAGGIORE e presentate direttamente o a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento o mediante P.E.C. al seguente indirizzo di posta elettronica uffcom.torremaggiore@legalmail.it.

Leggi anche: Selezione 12 praticanti dall’Avvocatura comunale di Milano

Per quanto attiene la selezione, gli esami consistono in due prove scritte e una prova orale sulle seguenti materie:

  • Ordinamento delle autonomie locali;
  • Il rapporto d’impiego presso la Pubblica Amministrazione;
  • Procedimento amministrativo e diritto di accesso agli atti;
  • Ordinamento finanziario e contabile degli Enti Locali.

La prova orale comprenderà anche una prova di conoscenza di una delle seguenti lingue straniere, a scelta del candidato: Inglese – Francese – Spagnolo, nonché l’accertamento dell’uso di apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

Per disporre di maggiori informazioni vi consigliamo di consultare il bando qui disponibile, dove potrete disporre di ogni informazione sulle modalità di partecipazione all’iniziativa. La scadenza per la presentazione delle domande è attualmente fissata nel 24 dicembre 2015.