Concorso pubblico a Bologna per diplomati

A Bologna nuovo concorso pubblico per diplomati: ecco in cosa consiste e come potete candidarvi!

La crisi mondiale ha colpito la maggior parte dei settori economici, ma ci sono alcuni settori, come quello dell'enologia, che non hanno risentito della crisi finanziaria e hanno continuato a produrre notevoli profitti. Secondo dei dati statistici provenienti direttamente dalla Coldiretti, gli occupati nel settore enologico sono cresciuti piu' del 50% negli ultimi dieci anni. La professione dell'enologo e' molto interessante, e sempre piu' giovani decidono di intraprendere un corso di studi per imparare tutte le nozioni teoriche e pratiche necessarie. Ma qual'e' il percorso di studi piu' indicato per diventare un enologo? Fortunatamente l'Italia, una delle capitali mondiali del vino, non ha problemi nell'educazione di questo settore, e per cominciare e' sufficiente iscriversi ad una facolta' universitaria di Agraria, con indirizzo "Viticoltura ed Enologia". La laurea breve da 3 anni comunque non basta per diventare un buon enologo, bisogna anche frequentare dei corsi di specializzazione, master e di aggiornamento. Oggigiorno c'e' molta concorrenza sul mercato, e per crearsi una buona posizione e' necessario studiare molto e avere anche quanti piu' contatti possibili con le Aziende Agricole. Un enologo solitamente e' un libero professionista dotato di partita IVA che offre la propria consulenza alle Aziende Agricole. L'enologo ha il compito di controllare il totale rispetto delle norme igieniche dello stabilimento, il corretto funzionamento delle macchine, la struttura dell'edificio (umidita' nell'aria, presenza di ossigeno, eccetera...), oltre a gestire personalmente le fasi del processo di trasformazione, produzione e invecchiamento del vino. La professione di enologo e' ufficialmente riconosciuta in Italia, Francia, Spagna e Svizzera, e a breve lo sara' anche in Germania, Cina, Brasile e Cile.

ingegneria informatica

L’Azienda pubblica di Servizi alla Persona (ASP) di Bologna sta cercando nove figure professionali da inserire a tempo indeterminato tramite selezione pubblica all’interno delle proprie strutture.

Stando a quanto riferisce l’avviso, il concorso si riferisce a:

  • Sei posti da istruttore amministrativo da inserire nell’Area contabile, tecnico e amministrativa. È richiesto il diploma di scuola secondaria di secondo grado, la conoscenza di una lingua comunitaria e delle principali apparecchiature e applicazioni informatiche
  • Tre posti da istruttore tecnico da inserire nel Settore Patrimonio. In questo caso come titolo di studio è richiesto il diploma da geometra, perito edile, perito industriale, perito agrario o equipollente.

I candidati idonei verranno coinvolti in un processo di selezione in base ai titoli professionali posseduti e all’esito delle prove d’esame. Le materie oggetto delle prove scritte ed orali variano in base al profilo professionale.

Per poter presentare le domande di partecipazione c’è tempo fino al prossimo 15 febbraio 2016 seguendo le istruzioni qui contenute.