Daniela Ocoro Mejia: Miss Mondiale 2014 è colombiana! [FOTO]

Proviene dalla Colombia la nuova Miss Mondiale 2014: scopriamo chi è, e quali sono state le sue prime dichiarazioni!

La crisi mondiale ha colpito la maggior parte dei settori economici, ma ci sono alcuni settori, come quello dell'enologia, che non hanno risentito della crisi finanziaria e hanno continuato a produrre notevoli profitti. Secondo dei dati statistici provenienti direttamente dalla Coldiretti, gli occupati nel settore enologico sono cresciuti piu' del 50% negli ultimi dieci anni. La professione dell'enologo e' molto interessante, e sempre piu' giovani decidono di intraprendere un corso di studi per imparare tutte le nozioni teoriche e pratiche necessarie. Ma qual'e' il percorso di studi piu' indicato per diventare un enologo? Fortunatamente l'Italia, una delle capitali mondiali del vino, non ha problemi nell'educazione di questo settore, e per cominciare e' sufficiente iscriversi ad una facolta' universitaria di Agraria, con indirizzo "Viticoltura ed Enologia". La laurea breve da 3 anni comunque non basta per diventare un buon enologo, bisogna anche frequentare dei corsi di specializzazione, master e di aggiornamento. Oggigiorno c'e' molta concorrenza sul mercato, e per crearsi una buona posizione e' necessario studiare molto e avere anche quanti piu' contatti possibili con le Aziende Agricole. Un enologo solitamente e' un libero professionista dotato di partita IVA che offre la propria consulenza alle Aziende Agricole. L'enologo ha il compito di controllare il totale rispetto delle norme igieniche dello stabilimento, il corretto funzionamento delle macchine, la struttura dell'edificio (umidita' nell'aria, presenza di ossigeno, eccetera...), oltre a gestire personalmente le fasi del processo di trasformazione, produzione e invecchiamento del vino. La professione di enologo e' ufficialmente riconosciuta in Italia, Francia, Spagna e Svizzera, e a breve lo sara' anche in Germania, Cina, Brasile e Cile.

miss-mondiale-gallery

Anche se il Mondiale di calcio di Brasile 2014 non è ancora iniziato, c’è chi può alzare con soddisfazione il primo premio della rassegna: è Daniela Ocoro Mejia, una ragazza colombiana di 25 anni che è stata eletta quale “Miss Mondiale 2014” superando un’agguerrita concorrenza: alla fine dell’iniziativa di bellezza la giovane ha tuttavia avuto la meglio sulle rivali, entrando in possesso dell’ambita corona e di un assegno di 3.000 euro.

Sono molto orgogliosa di questo titolo. E sono convinta che la Colombia sarà campione del mondo” – ha dichiarato la vincitrice ai microfoni della stampa presente all’evento tenutosi a Rust, nel Sud della Germania. Una dichiarazione sincera che, speriamo, possa non avverarsi per quanto concerne la previsione di vincita del titolo della squadra americana!

Pronostici a parte, la Mejia ha dovuto superare la concorrenza di altre 31 bellezze provenienti da tutti i Paesi che parteciperanno al Mondiale di Calcio e, in particolar modo, di quella di Felicia Kitchings, arrivata seconda. Al terzo posto si è infine classificata Laritza Parraga Arteaga, 20 anni, proveniente dall’Ecuador.

La Colombia si aggiudica così la quarta edizione del concorso, riservato alle bellezze internazionali di età anagrafica compresa tra i 19 e i 29 anni, purchè originarie dei Paesi che partecipano ai Mondiali di calcio. Le ragazze hanno sfilato davanti a una giuria mai così attenta, indossando anche la divisa della squadra rappresentata.

In attesa che la Colombia possa farsi onore nella competizione calcistica in corso di avvio il prossimo 12 giugno, non ci rimane che fare i complimenti a Daniela Ocoro Mejia per il trofeo vinto, e sperare che le sue previsioni calcistiche non si rivelino esatte!