Beretta assume nuovo personale

La nota azienda Beretta sta assumendo nuovo personale: ecco le posizioni aperte e le modalità di una candidatura.

La crisi mondiale ha colpito la maggior parte dei settori economici, ma ci sono alcuni settori, come quello dell'enologia, che non hanno risentito della crisi finanziaria e hanno continuato a produrre notevoli profitti. Secondo dei dati statistici provenienti direttamente dalla Coldiretti, gli occupati nel settore enologico sono cresciuti piu' del 50% negli ultimi dieci anni. La professione dell'enologo e' molto interessante, e sempre piu' giovani decidono di intraprendere un corso di studi per imparare tutte le nozioni teoriche e pratiche necessarie. Ma qual'e' il percorso di studi piu' indicato per diventare un enologo? Fortunatamente l'Italia, una delle capitali mondiali del vino, non ha problemi nell'educazione di questo settore, e per cominciare e' sufficiente iscriversi ad una facolta' universitaria di Agraria, con indirizzo "Viticoltura ed Enologia". La laurea breve da 3 anni comunque non basta per diventare un buon enologo, bisogna anche frequentare dei corsi di specializzazione, master e di aggiornamento. Oggigiorno c'e' molta concorrenza sul mercato, e per crearsi una buona posizione e' necessario studiare molto e avere anche quanti piu' contatti possibili con le Aziende Agricole. Un enologo solitamente e' un libero professionista dotato di partita IVA che offre la propria consulenza alle Aziende Agricole. L'enologo ha il compito di controllare il totale rispetto delle norme igieniche dello stabilimento, il corretto funzionamento delle macchine, la struttura dell'edificio (umidita' nell'aria, presenza di ossigeno, eccetera...), oltre a gestire personalmente le fasi del processo di trasformazione, produzione e invecchiamento del vino. La professione di enologo e' ufficialmente riconosciuta in Italia, Francia, Spagna e Svizzera, e a breve lo sara' anche in Germania, Cina, Brasile e Cile.

salumi93

Beretta, uno dei più noti salumifici italiani, sta cercando nuovo personale da inserire all’interno del proprio organico.

In particolare, l’azienda sta cercando un Addetto alla Programmazione, un Ingegnere neolaureato e uno/a Stagista Aiuto Cuoco.

Per quanto concerne la prima figura professionale, quella di Addetto alla Programmazione, la risorsa lavorerà nella sede di Medolago(Bg). Dovrà essere un ingegnere con esperienza biennale, capace di gestire la pianificazione della produzione dello stabilimento al fine di ottimizzare le scorte ed evitare gli inevasi, garantendo il raggiungimento di obbiettivi quantitativi e qualitativi nel rispetto delle previsioni di costo. Avrà come riferimenti la Direzione Aziendale, i capi reparti, la logistica interna e la logistica di gruppo.

La seconda figura professionale è invece quella di Ingegnere: la risorsa – precisa la società sul proprio sito internet – lavorerà nella sede di Trezzo sull’Adda(Mi). L’azienda cerca un neolaureato, disponibile a trasferte in Italia o all’estero, che abbia già svolto già uno stage semestrale. L’ingegnere seguirà un programma di formazione semestrale/annuale (in funzione del profilo) volto a preparare alla gestione di reparti/impianti produttivi, coordinando la realizzazione dei programmi e dei piani di produzione, gestendo le risorse umane a disposizione e garantendo il raggiungimento di obiettivi quantitativi e qualitativi nel rispetto delle previsioni di costo.

Infine, è previsto uno stage in Aiuto Cuoco per la sede di Trezzo(Mi). Qui è richiesto il diploma alberghiero e un’esperienza semestrale nel ruolo. Lo/a stagista si occuperà della preparazione e del confezionamento pasti nell’area Direzionale riservata all’Accoglienza Clienti e parteciperà al processo di Ricerca e Sviluppo di nuovi prodotti. Previsto il rimborso spese.

Per poterne sapere di più e procedere alla candidatura, vi consigliamo di consultare la seguente pagina di riferimento interna al sito internet dell’azienda.