Lavorare in Grandi Navi Veloci: ecco come candidarsi

Grandi Navi Veloci è sempre interessata a ricevere validi curriculum vitae: ecco come inoltrare la propria candidatura e lavorare nelle navi di uno dei principali operatori europei.

La crisi mondiale ha colpito la maggior parte dei settori economici, ma ci sono alcuni settori, come quello dell'enologia, che non hanno risentito della crisi finanziaria e hanno continuato a produrre notevoli profitti. Secondo dei dati statistici provenienti direttamente dalla Coldiretti, gli occupati nel settore enologico sono cresciuti piu' del 50% negli ultimi dieci anni. La professione dell'enologo e' molto interessante, e sempre piu' giovani decidono di intraprendere un corso di studi per imparare tutte le nozioni teoriche e pratiche necessarie. Ma qual'e' il percorso di studi piu' indicato per diventare un enologo? Fortunatamente l'Italia, una delle capitali mondiali del vino, non ha problemi nell'educazione di questo settore, e per cominciare e' sufficiente iscriversi ad una facolta' universitaria di Agraria, con indirizzo "Viticoltura ed Enologia". La laurea breve da 3 anni comunque non basta per diventare un buon enologo, bisogna anche frequentare dei corsi di specializzazione, master e di aggiornamento. Oggigiorno c'e' molta concorrenza sul mercato, e per crearsi una buona posizione e' necessario studiare molto e avere anche quanti piu' contatti possibili con le Aziende Agricole. Un enologo solitamente e' un libero professionista dotato di partita IVA che offre la propria consulenza alle Aziende Agricole. L'enologo ha il compito di controllare il totale rispetto delle norme igieniche dello stabilimento, il corretto funzionamento delle macchine, la struttura dell'edificio (umidita' nell'aria, presenza di ossigeno, eccetera...), oltre a gestire personalmente le fasi del processo di trasformazione, produzione e invecchiamento del vino. La professione di enologo e' ufficialmente riconosciuta in Italia, Francia, Spagna e Svizzera, e a breve lo sara' anche in Germania, Cina, Brasile e Cile.

grandi navi veloci

Grandi Navi Veloci è uno dei principali operatori navali presenti in Italia. Nato nel 1992, oggi la compagnia di navigazione opera tra Sicilia, Sardegna, Francia, Spagna, Marocco e Tunisia, garantendo i propri servizi attraverso l’utilizzo di 10 traghetti per trasporto passeggeri e auto, e veicoli commerciali.

All’interno delle navi, vengono offerti tutti i principali servizi di ristoro (ristorante, cafè) e altri benefit in grado di rendere il viaggio molto piacevole: shopping center, discoteche, piscine, sala bambini, sala giochi, slot machines, centri congressi, sala meeting, cappella e biblioteca.

Se pertanto il vostro desiderio è quello di lavorare all’interno di un operatore di principale riferimento nel proprio comparto, il nostro consiglio è quello di inviare quanto prima la vostra candidatura. Grandi Navi Veloci è infatti sempre molto interessata a ricevere le candidature di giovani brillanti che desiderino mettersi in gioco in questo dinamico settore, permettendo una rapida e significativa carriera in tutte le proprie sezioni di operatività:

  • Marittimo
  • Tecnico
  • Amministrazione, Finanza e Controllo
  • Risorse Umane
  • Sistemi Informativi
  • Prenotazioni
  • Alberghiero
  • Terminal
  • Commerciale, Merci e Passeggeri
  • Marketing
  • Qualità
  • Legale

Per quanto riguarda invece i requisiti richiesti, gli elementi maggiormente ambiti fanno riferimento a un buon orientamento al risultato, motivazione, passione per lo shopping, professionalità, senso di appartenenza, capacità di lavorare in team.

Per sottoporre la vostra candidatura è sufficiente visitare il sito internet di Grandi Navi Veloci e cliccare sulla sezione dedicata alle Risorse Umane. Nella nuova pagina potrete prendere visione di tutte le aree di inserimento in Italia (e non solo) e, successivamente, candidarvi per la posizione ritenuta di maggiore interesse.

Per inviare il vostro profilo potete infine inviare il vostro curriculum vitae all’indirizzo di posta elettronica jobs at gnv.it, completo di autorizzazione al trattamento dei dati personali e di una breve lettera di presentazione nella quale andrete ad esporre quali sono le motivazioni che vi spingono a ricoprire il ruolo prescelto.