Lavorare nel settore dei videogiochi

Da Nintendo ad Atari, passando per Ubisoft e Milestone, le occasioni per poter lavorare nel mondo dei videogiochi non mancano di certo: ecco come candidarsi per un posto in ambito ludico.

La crisi mondiale ha colpito la maggior parte dei settori economici, ma ci sono alcuni settori, come quello dell'enologia, che non hanno risentito della crisi finanziaria e hanno continuato a produrre notevoli profitti. Secondo dei dati statistici provenienti direttamente dalla Coldiretti, gli occupati nel settore enologico sono cresciuti piu' del 50% negli ultimi dieci anni. La professione dell'enologo e' molto interessante, e sempre piu' giovani decidono di intraprendere un corso di studi per imparare tutte le nozioni teoriche e pratiche necessarie. Ma qual'e' il percorso di studi piu' indicato per diventare un enologo? Fortunatamente l'Italia, una delle capitali mondiali del vino, non ha problemi nell'educazione di questo settore, e per cominciare e' sufficiente iscriversi ad una facolta' universitaria di Agraria, con indirizzo "Viticoltura ed Enologia". La laurea breve da 3 anni comunque non basta per diventare un buon enologo, bisogna anche frequentare dei corsi di specializzazione, master e di aggiornamento. Oggigiorno c'e' molta concorrenza sul mercato, e per crearsi una buona posizione e' necessario studiare molto e avere anche quanti piu' contatti possibili con le Aziende Agricole. Un enologo solitamente e' un libero professionista dotato di partita IVA che offre la propria consulenza alle Aziende Agricole. L'enologo ha il compito di controllare il totale rispetto delle norme igieniche dello stabilimento, il corretto funzionamento delle macchine, la struttura dell'edificio (umidita' nell'aria, presenza di ossigeno, eccetera...), oltre a gestire personalmente le fasi del processo di trasformazione, produzione e invecchiamento del vino. La professione di enologo e' ufficialmente riconosciuta in Italia, Francia, Spagna e Svizzera, e a breve lo sara' anche in Germania, Cina, Brasile e Cile.

videogiochi

Il settore dei videogiochi attrae ogni anno decine di migliaia di giovani desiderosi di mettere a frutto la propria passione ludica in ambito professionale. Vediamo dunque di esplorare alcune interessanti opportunità professionali in questo settore, e in che modo poter inviare la propria candidatura agli uffici delle risorse umane.

Ubisoft

Ubisoft è una casa francese che sviluppa e distribuisce i videogiochi in tutto il mondo. Attualmente è il terzo editore di videogames del mondo, e fornisce lavoro a più di 7 mila dipendenti. Nel nostro Paese la società è operativa attraverso una divisione (Ubisoft Italia), alla ricerca di personale a Milano, e in grado di aprire selezioni per i ruoli di Concept Artist, UX Designer, UI Artist, Gameplay Programmer, Video Artist, Network Programmer e Generalist Programmer.

Candidarsi in Ubisoft

Milestone

Milestone è una società specializzata soprattutto nello sviluppo di simulatori di guida, ed è oggi una delle principali aziende di videogames del settore a due e quattro ruote grazie a titoli come Superbike e Racing Evolution. Anche la Milestone, come Ubisoft, seleziona personale per la propria sede di Milano, dove si cercano Producer, Game Designer, Programmatori Junior e Senior, Artist, Animatori 3D e Tester.

Candidarsi in Milestone

Atari

Storico brand nel mondo dei videogiochi, oggi controllato dalla Infogrames.

Candidarsi in Atari

Nintendo

Azienda giapponese tra le prime a operare nel mondo dei videogiochi. Dalle console portatili a quelle domestiche, è titolare di una delle più ampie offerte ludiche.

Candidarsi in Nintendo

SEGA

Brand storico nel mondo dell’entertainment a 16 bit.

Candidarsi in Sega

Sony

Azienda giapponese sviluppatrice di videogiochi e di console, è oggi tra i massimi leader grazie alle gamme Playstation (in arrivo la 4^ edizione).

Candidarsi in Sony

Microsoft

Colosso dell’informatica, è recentemente entrata nel business dei videogiochi grazie al suo prodotto di punta, X-box.

Candidarsi in Microsoft